Il cannolo siciliano più buono? È arbëresh

data-auto-format="rspv" data-full-width>

In Sicilia c’è una diatriba che va avanti da anni su quale sia il miglior cannolo siciliano.

E sapete cosa?

Pare che il miglior cannolo siciliano venga fatto pensate un po’, dagli arbëresh, le minoranze albanesi che vivono nel sud Italia, come risaputo anche in Sicilia.

Non solo ho assaggiato il miglior cannolo siciliano al Mondo, ma ho deciso di documentarlo.

Mi sono recato personalmente a Santa Cristina Gela, un piccolo paesino arbëresh nei pressi della più rinomata Piana degli Albanesi, a pochi km da Palermo.

Il bar dei fratelli Biscari è un luogo di culto del cannolo, un punto di riferimento anche per chi arriva da fuori paese. Oltre alla bontà del cannolo, che è stracolmo di “gjizë”, la famosa ricotta di pecora e che pesa senza esagerare 200 gr, a colpirmi è stato Francesco, un giovane ragazzo di 22 anni che oltre a fare un cannolo “spettacolare”, parlava perfettamente arbërisht, l’albanese conservato e tramandato da oltre 600 anni.

Non vi anticipo altro, guardate il video qui sotto.

Ecco, adesso che lo sapete e che avete la buona scusa, non dovete fare altro che andare e visitare Santa Cristina Gela, Piana degli Albanesi e le altre comunità arbëreshe siciliane, vi consiglio le festività di Carnevale e Pasqua.

Per non perdere gli articoli di Albania News seguiteci su Google News

Discussione su questo articolo

Exit mobile version